1.1 La storia del protocollo I.R.C

"Non so se può aiutare. Spero di ricordarmi tutte le cose correttamente e mi scuso se non includo alcune persone."

Quando inventai IRC lavoravo nel settore informatico (Computer Science Processing) nell'università di Oulu (estate 1988). Non avevo molto da fare allora. Stavo amministrando il server Sun, ma questo non mi impegnava tutto il tempo. Iniziai, così, a creare un programma di comunicazione che stava per rendere OuluBox (un BBS ad accesso pubblico, che funzionava nell'host tolsun.oulu.fi, amministrato da me) un pò più facile da usare. Il fine era quello di permettere a più membri di UseNet (Mail-List di informazioni e news) di discutere tra di loro, in tempo reale, contemporaneamente. Jyrki Kuoppala (jkp@cs.hut.fi), a quei tempi, introdusse un programma di Remote Messaging, allo scopo di permettere la comunicazione tra utenti di più PC. Non c'era ancora il concetto di canale (che supportai in seguito). Allora si comunicava ancora tra utente-utente. Un altro tipo di programma chat multiutente era MUT (MultiUser Talk), scritto da Jukka Pihl (pihl@rieska.oulu.fi). Quel programma aveva il brutto vizio di non funzionare bene, così per ripararlo, la prima implementazione, che applicai, fu IRC. La sua nascita, quindi, risale all'agosto del 1988. Il giorno esatto non me lo ricordo, comunque era alla fine del mese.
Bitnet Relay Chat era una buona ispirazione per IRC. Quando iniziò ad avere occasionalmente più di 10 utenti, chiesi ad alcuni miei amici di cominciare ad attivare i servers IRC pure nel sud della Finlandia, principalmente all'università di tecnologia di Tampere e di Helsinki. Alcune università in seguito si unirono. Markku Jrvinen (mta@cc.tut.fi) provo il primo client IRC e tentò di supportare alcuni comandi emacs. Era ovvio che, a quei tempi, aggiungere alcune funzioni presenti anche in un BBS non era una gran cosa. Era meglio avere un programma per un solo scopo. Per tale motivo tralasciammo il tentativo di un integrazione mista ed iniziammo solo con le innovazioni che avevamo pensato.
Contattando alcuni miei amici, attraverso Bitnet, chiesi loro se volevano provare il programma. Questi accettarono, ma, inizialmente, non rimasero molto entusiasti di IRC, in quanto, le connessioni internet non erano ancora possibili dalla Finlandia verso altri paesi. Successivamente, la situazione migliorò, pertanto inviai delle richieste di collaborazione, presso delle testate giornalistiche, ma nessuno risposte. A quei tempi, al MIT (Massachutsets Institute of Tecnology), ci fù il leggendario server ai.ai.mit.edu che usava ITS. Decisi così di farmi un account e tentare d'imparare il funzionamento di tale sistema. Dopo un pò di pratica, riuscii a parlare con alcune persone, riguardo la mia creazione. Poco tempo dopo, iniziai ad avere i miei primi utenti esterni dalla rete scandinava. Mi ricordo, inoltre, che, Mike Jacobs, entrò in IRC tramite OuluBox (non aveva nessun account per i pc UNIX).
Attraverso ai.ai.mit.edu, conobbi Vijay Subramaniam (spero di averlo scritto giusto :-). Diedi il protocollo IRC a lui e non lo sentii più per un pò di tempo.
Successivamente, ricevetti dei messaggi da Jeff Trim (jtrim@orion.cair.du.edu, Università di Denver (USA), indirizzo corrente sconosciuto), David Bleckmann (bleckmd@jacobs.cs.orst.edu) e Todd Ferguson (melvin@jacobs.cs.orst.edu, Università di stato dell'Oregon (USA)). Vijay aveva fornito loro il protocollo IRC, i quali loro provarono, creando i primi daemon IRC (IRCd) nei loro pc (orion.cair.du.edu e jacobcs.cs.orst.edu, se ricordo correttamente). Mi chiesero di effettuare un collegamento tra la rete scandinava e la loro. Col passare del tempo il numero di servers linkati salì vertiginosamente. Il primo di essi (ancora operativo) è tolsun.oulu.fi. Nacque, così, la prima rete IRC nazionale finlandese - FUNET - che dopo alcuni anni aggregò tutti i server della Scandinavia, dando vita a NORDUNET. Con il linking delle controparti americane si venne a formare ChNet, che inizialmente fu istituita al solo scopo di testare le release dei demoni IRC prodotti e non aveva utenti. Dopo il 1988, IRC si estese anche in Australia, Svezia, Svizzera, Canada, Normandia, Polonia, Netherlands, USA, Italia, Israele e Korea.

 

Questo, ed altri documenti, possono essere scaricati da http://doc.ircd-hybrid.it.

Per domande su ircd-hyrbid, leggi la documentazione prima di contattare <doc@ircd-hybrid.it>.
Per domande su questa documentazione, invia una e-mail a <doc@ircd-hybrid.it>.